CAPSULE ART COLLECTION PER MONNALISA

La Capsule Art Collection firmata Ludmilla Radchenko

Dall’incontro tra l’eclettica e versatile Pop Designer Ludmilla Radchenko e una linea grintosa come Jakioo, nasce la Capsule Art Collection, dedicata al target più esigente: le teenagers.
Questa linea, il cui progetto è iniziato nel 2014, ha segnato il debutto della Radchenko nel childreanswear.

L'idea, che ha avuto origine da un fortunato incontro durante una sfilata a palazzo Pitti cui hanno fatto seguito alcuni appuntamenti all'insegna del desiderio di creare qualcosa di divertente e giovane, se pur con tempi molti stretti.

Monnalisa ha scelto di lavorare su quattro famose opere della Radchenko: "Dream Travelling", "Siberian Soup", "Supersiberian" e "CCCP", che sono state riadattate per creare collezioni di leggins, maglie e foulard, che sono state lanciate sul mercato per la collezione estiva del 2015, e che hanno segnato l'inizio di una fortunata e creativa collaborazione tra un marchio così colorato e giovane come Monnalisa e la Pop Artist siberiana.

 

INTERCITY CAPSULE COLLECTION PER RUCOLINE

La capsule collection Intercity firmata Ludmilla Radchenko

L’originale firma di Ludmilla Radchenko si fonde in una collaborazione artistica con Rucoline: nasce così una Capsule Collection colorata e divertente ispirata ai colori di otto bandiere, una per ogni lettera del logo Rucoline.

Il legame tra i due marchi è nato nel 2014, quando l'ufficio stampa di Rucoline ha invitato l'artista pop siberiana ad ideare un progetto nuovo con cui avviare una collaborazione che unisse l'Arte Pop della Radchenko con le sneaker famose in tutto il mondo. L'Artista, ragionando proprio in termini in internazionalità, anche per via della sua esposizione personale ad Art Basel 2014 insieme a Rucoline, ha allora proposto il tema delle bandiere, con cui non si era mai confrontata. Da questo soggetto tutto nuovo sono scaturite otto opere e di conseguenza otto linee di scarpe dedicate a Stati Uniti, Italia, Norvegia, Russia, Inghilterra, Giappone, Emirati e Cina: ecco la linea Rucoline Intercity, un viaggio nel mondo attraverso gli occhi dell'Arte e del colore.

 

 

 

STREET POP CAPSULE COLLECTION PER YNOT?

La capsule collection Street Pop firmata Ludmilla Radchenko
Dalla fusione tra l'esperienza e la qualità dei prodotti di Ynot? e la creatività dell’artista e pop deisgner siberiana, nasce una speciale limited edition di forte impatto, dal carattere glamour e irriverente.

"Lavorare con loro è meraviglioso: precisone e puntualità insieme a grande gentilezza e cordialità": così la Radchenko ha stigmatizzato il lavoro con Ynot?, da cui è nata questa prima speciale collezione in edizione limitata: tre opere della Radchenko sono state trasposte su zaini, borse, pochette e portafogli, dando così vita a prodotti che sono fusi con l'Arte in un risultato massimamente pop e nel contempo estremamente fashion.

Delle tre opere prescelte, due sono state acquistate proprio in Ynot? e sono "I love freedom" e "Leopard", mentre la terza è la nota "New York Metropolis".

A primavera 2016 uscirà invece la seconda Capsule Collection di Ludmilla per Ynot?, nata dalla Pop'N'Roses collection: quattro opere della Radchenko si trasformeranno in borse e zaini tutti nuovi, dei quali non viene svelato altro, per adesso.

 

 

BLUAREA CAPSULLE COLLECTION, IN EDIZIONE LIMITATA

La capsule collection Bluarea firmata Ludmilla Radchenko
Nasce nel 2015 una collaborazione molto particolare e tutta nuova con Bluarea, rinomata azienda di Como leader nella produzione di cashmere e che forisce capi per grandi marchi come Burberry e Gucci.

Una capsule collection d'arte firmata Ludmilla Radchenko, che traspone la sua collezione di nove opere "I can fly" sui preziosi tessuti di Bluarea, dando ai campi morbidissimi una nuova luce artistica tutta da indossare. La BluArea capsule collection sarà disponibile a partire dal prossimo inverno.

È questo il primo progetto di maglieria dell'artista siberiana, che ama affrontare sempre nuove sfide nell'ambito della trasposizione artistica delle sue opere nel campo del fashion, con la sua arte da indossare, vero e proprio stile di vita con cui ha creato anche le sue personali collezioni di foulard trasformati in "FULLart".